17.1.07

La pillola intelligente sostituirà l’esame in ospedale


C’è una pillola nel futuro della diagnosi delle malattie digestive come ad esempio la “gastroparesi”, un disturbo delle pareti dello stomaco comune ai diabetici. Oggi la costosa diagnosi della patologia prevede esami lunghi, fastidiosi e invasivi con l’uso di una camera o di un sensore in gastroscopia. Messa a punto dalla statunitense SmartPill questa pillola “intelligente” attualmente all’esame della Food and drug admininistration americana, l’organo di controllo dei farmaci, viene semplicemente ingerita dal paziente. Durante il suo viaggio al centro del corpo, fornisce preziose informazioni sul funzionamento gastrointestinale come la pressione, il Ph e la temperatura, prima di essere espulsa con le feci. I dati sono trasmessi wireless a un terminale elettronico portato alla cintura dal paziente, che poi viene consegnato al medico che sarà in grado di elaborare i dati sul computer, per giungere a una rapida diagnosi. Dovrebbe essere operativa entro fine anno. A quando una simile pillola invece della fastidiosa coloscopia?

1 commento:

ett ha detto...

Poi le onde elettromagnetiche del wireless ti fanno venire quello che non hai!