17.5.19

Citroën 19_19, il concept car del centenario

Una bolla trasparente su quattroruote che sembra uscire da un videogame! Così si presenta Citroën 19_19, il concept car per celebrare i 100 anni del marchio (1919 anno di fondazione), che esprime la sua visione della mobilità extra urbana elettrica, con un design aerodinamico ispirato al mondo dell'aeronautica. Comfort portato all'estremo, grazie all’abitacolo appoggiato a sospensioni intelligenti, che danno la sensazione di volare sulla strada. Offre un’autonomia di 800 km, tecniche di guida autonoma e un assistente personale che interagisce con i passeggeri. 
Si viaggia come sospesi su un tappeto volante grazie alle sospensioni intelligenti, con sistema ammortizzante antirollio, che completa le sospensioni con smorzatori idraulici progressivi, eliminando così sobbalzi e altre interferenze esterne. Le ruote XXL sovradimensionate vantano un diametro di ben 93 cm, mentre l'assenza del montante centrale delle portiere permette l'accesso ottimale a tutti i passeggeri. La vettura è autonoma, ma il volante rimane per alcune fasi di guida, come gli ingorghi. In ogni caso il conducente può riprendere in qualsiasi momento il controllo del veicolo. 
Niente tasti c’è il Personal Assistant, un oggetto cilindrico che scorre verticalmente dal cruscotto, con intelligenza artificiale integrata, che prende il controllo del veicolo nelle fasi di guida autonoma, e interagisce con i passeggeri tramite comandi vocali, e grazie a un sistema predittivo e proattivo, che anticipa le esigenze di ciascuno. Il parabrezza è utilizzato come schermo virtuale, per proiettare le informazioni nel campo visivo del conducente, sfruttando la realtà aumentata.

Citroën 19_19 video HD

14.5.19

Magma, il primo aereo senza flap

Per la prima volta nella storia dell'aviazione, un aereo è stato manovrato in volo senza alettoni (flap), canalizzando il flusso d’aria espulso dal reattore. Dopo oltre un secolo dall'invenzione della deformazione alare dei fratelli Wright, tuttora adoperata, ecco  Magma, progettato e sviluppato dai ricercatori dell'Università di Manchester, in collaborazione con gli ingegneri della britannica BAE Systems, che mira a rivoluzionare la progettazione degli aerei. 
Magma, a forma di ala volante, ha potuto fare il suo primo volo senza pilota con successo, dall’aeroporto di Llanbedr sopra i cieli del Galles. Le prove hanno spianato la strada agli ingegneri per creare velivoli più performanti, più leggeri, affidabili, meno costosi, anche da mantenere, e più silenziosi, sostituendo le superfici delle ali in movimento, con una soluzione decisamente più semplice e minimalista. Nell’interesse dei militari poi, l'aereo diventa più furtivo, ossia meno riflettente ai radar. 
Più parti mobili sono presenti, e più alta è la possibilità che si guastino, il che in volo può essere catastrofico. Oggi infatti, gli aerei convenzionali si affidano a una gamma       complessa di alettoni, flap alari e altri timoni. Magma propone invece due tecnologie inedite sorprendenti. La prima Wing Circulation Control per le virate, e la seconda Fluid Thrust Vectoring per cambiare quota. Nei due casi l’aria viene espulso ad alta pressione, attraverso sottili fessure sul bordo posteriore delle ali, in grado di deviare il getto entro l’angolo desiderato (schema).

Magma flight test video HD