13.6.19

Rognan, l’arredamento robotico per le micro case del futuro

“Quando si dorme, non c'è bisogno del divano. Quando usi il tuo armadio, non hai bisogno del tuo letto” spiega Seana Strawn, sviluppatrice di prodotti innovativi presso IKEA. Seguendo questa logica, Rognan mira a creare dei mobili flessibili e intelligenti. Nasce da una partnership tra la svedese IKEA e la piattaforma robotica di Ori, una startup statunitense spin-off del MIT Media Lab di Boston. Risultato? Dei mobili che si muovono al tocco di un pulsante, in grado di liberare spazio quando non servono. 
"Le città sono in piena espansione e allo stesso tempo gli spazi abitativi si stanno riducendo", osserva IKEA. Rognan è destinato ai residenti di micro appartamenti urbani e a colori che desiderano vivere uno stile di vita a basso impatto ambientale. Il sistema è stato presentato il 2 giugno scorso, all’evento Democratic Design Days 2019, ovvero dietro le quinte del design e dello sviluppo dei prodotti IKEA. 
Funziona attraverso una combinazione di meccanica, elettronica e software. Il mobile scorre su un binario da un lato e su ruote dall’altro, il letto scompare! L’esempio proposto si inserisce in una stanza trasformiste di poco più di 10 m². L’interfaccia touchpad semplice, è in grado di trasformare un soggiorno, in una camera da letto, in una guardaroba, o in zona scrivania. Rognan, sarà sperimentato nei mercati di Hong Kong e Giappone nel 2020.

Rognan video HD

9.6.19

La spettacolare piscina in cima a un grattacielo di Londra

Le piscine a sfioro, ossia infinity pool, come la famosa Marina Bay Sands di Singapore, sono l'ultimo grido in termini di architettura e design, caratterizzate dall'assenza di bordi, e la sensazione di entrare in contatto con i colori del cielo: un bagno di emozioni. L’Infinity London del costruttore britannico Compass Pools sarà la prima piscina a sfioro del mondo con una vista mozzafiato a 360°, a 220 metri d’altezza, sospeso sullo skyline della City. Coprirà l’intera sommità del grattacielo facendo coincidere i bordi con la facciata. 
"In realtà abbiamo iniziato con il design della piscina, per proseguire con il progetto dell’edificio” spiega Alex Kemsley, progettista e direttore tecnico di Compass Pool. “Abbiamo affrontato alcune sfide tecniche importanti per questo edificio, o come entrare effettivamente in acqua, non volendo scale all'esterno dell'edificio o in piscina. La soluzione si basa sul principio delle porte dei sottomarini. Una scala a chiocciola rotante sale dal fondo della piscina, quando qualcuno vuole entrare o uscire.” Insomma, uno scenario degno di un film di James Bond. 
Tra le tante tecnologie innovative per la realizzazione, di quello che sarà la più bella piscina del mondo, spunta l’adozione del polimetilmetacrilato colato al posto del vetro, più trasparente, che trasmette la luce a una lunghezza d’onda simile all’acqua da far apparire una piscina perfettamente limpida. Il fondale, anche lui trasparente, consentirà ai clienti di vedere i nuotatori e il cielo sopra. Dotata di luci colorate apparirà di notte come un gioiello scintillante (Gif). Oltre all’hotel di lusso in cima con la piscina destinata agli ospiti, sono previsti appartamenti e un centro benessere ai piani inferiori.

5.6.19

Flying-V, l'aereo del futuro?

Immaginate un aereo a forma di boomerang con i posti a sedere dei passeggeri disposti nelle ali, offrendo un’inedita visione quasi frontale, simile a quella dei piloti. Un aereo con la stessa capienza di un Airbus A350, ma con un consumo carburante inferiore del 20%. Ecco il progetto Flying-V di KLM che nasce da un’idea innovativa di Justus Benad, studente dell'università tecnica di Berlino, e sviluppato dai ricercatori della TU Delft University of technology dei Paesi Passi, che potrebbe rivoluzionare la concezione degli aerei di linea. 
La sua capienza di 314 passeggeri previsti e l’apertura alare inferiore a quella dell’Airbus A350, li consentirebbe di utilizzare le infrastrutture aeroportuali esistenti. Grazie al miglioramento dell’aerodinamica e al peso ridotto, offrirebbe così una minore resistenza e un risparmio di carburante del 20%, la soluzione ad oggi più avanzata sul mercato. “L’aviazione contribuisce per circa il 2,5% alle emissioni globali di CO2 e quindi abbiamo bisogno di guardare ad aerei più sostenibili” Spiega Roelof Vos, il capo del progetto TU Delft. 
“Le configurazioni attuali in giro da decine di anni ormai, hanno raggiunto la massima efficienza energetica. Abbiamo quindi proposto un nuovo design che realizzi una sinergia tra la fusoliera e le ali generando meno resistenza aerodinamica.” Un prototipo del nuovo design della cabina, sarà aperto al pubblico all'aeroporto Schiphol di Amsterdam, in ottobre per il centenario di KLM, mentre l’aereo non è previsto prima del 2040. Futurix aveva pubblicato nel 2013 Clip-Air, il futuro del trasporto aereo? con video HD, e a maggio Magma, il primo aereo senza flap.