19.1.17

Il futuristico masterplan ecologico di Tour & Taxis a Bruxelles

Costruito all’inizio del 20° secolo Tour & Taxis, simbolo della rivoluzione industriale, era un importante centro di sdoganamento e magazzini. La sua splendida Gare Maritime capolavoro di Art Nouveau, in ferro battuto con motivi vegetali stilizzati che adornano le colonne, gli archi, e ricorda le mitiche Halles di Parigi, rappresenta il cuore dell’ambizioso progetto d’eco-quartiere ad uso misto, del visionario architetto belga Vincent Callebaut: una splendida coabitazione del nuovo con l’antico ispirata al design biomimetico. 
“Mentre numerosi paesi emergenti scrivono il proprio futuro, partendo da zero, le città europee devono affrontare la sfida di trasformare il loro patrimonio storico, garantendo una transizione energetica responsabile e solidale” spiega Vincent Callebaut. La metamorfosi della Gare Maritime che fù l’una delle pi˘ grandi stazioni ferroviere con i suoi 40 mila m², oltre a portare il canale al suo interno, prevede la creazione di un Bio-campus dove poter lavorare e rilassarsi, con un'identità architettonica individuale per ciascuna delle cinque navate lunghe 280 metri: uno spazio del patrimonio industriale straordinario. 
Le originali strutture ovoidali staccate da terra della navata centrale sono realizzate in legno massello e legno lamellare a strati incrociati. Le "onde" nella navata occidentale hanno uffici open-space ai piani superiori, mentre i container della navata orientale offrono spazi per il tempo libero al piano terra, uffici e albergo nei piani superiori. Le Cupole geodetiche delle due navate intermedie, invece, contengono ristoranti, bar e spazi di relax. Le serre e i giardini tropicali con cascate di piante esotiche creano un piacevole microclima. Un ventaglio di tecnologie sostenibili quali turbine eoliche, pannelli solari, ventilazione naturale e raccolta dell'acqua piovana concorrono a generare più energia di quella consumata. 
A completare il masterplan è prevista la costruzione di tre “foreste verticali” residenziali, così come la creazione di un grande stagno. Gli edifici sono a forma di trampolino con terrazzi previste per fare crescere frutta e verdura, e tetto rivestito di pannelli solari. “Metamorfosare non è fare tabula rasa del passato, ma invece integrare il meglio di ciascuna epoca al nostro futuro” spiega Vincent Callebaut. Eli ritiene che il progetto potrebbe servire di modello per ristrutturare altre città europee. Futurix aveva già pubblicato altri progetti di spicco di Vincent Callebaut. Nel 2015 Aequorea, oceanscrapers stampati in 3D con rifiuti di plastica, anche la Smart City di Parigi nel 2050 di Vincent Callebaut e nel 2016 Hyperions, una città-giardino ecosostenibile da fantascienza.

15.1.17

Honda Riding Assist, la moto non cade mai e ti segue

L’avete sognata, Honda l’ha fatta! La prima moto in perfetto equilibrio da fermo e in movimento, la prima moto che sfida la gravità, è firmata dal noto costruttore giapponese. Non solo, la moto segue il suo padrone con diligenza come un cagnolino, in modalità di guida autonoma, ma può essere persino telecomandata e parcheggiare da sola. Una prima mondiale innovativa rivelata al recente CES di Las Vegas come prototipo, che ha riscontrato grande successo. 
Honda Riding Assist non utilizza dei giroscopi come nel Segway, ma invece dei sensori di tecnologia robotica, tratti dal suo famoso androide Asimo capace di restare in equilibrio. Il sistema trasforma il tradizionale sterzo meccanico in uno steer-by-wire. Al di sotto dei 5 km/h lo sterzo gestito da una centralina separata computerizzata con servomotori, si disaccoppia dalla forcella correggendone l’angolazione, abbassandone il baricentro. In ogni istante la moto è in grado di controllare il suo assetto in equilibrio, facendo oscillare la forcella leggermente da sinistra a destra come nel trial, migliaia di volte al secondo. Diciamo come l’equilibrista sul cavo d’acciaio muove le braccia allargate, per rimanere in equilibrio. 
Risultato? Una moto alla portata di tutti, principianti compresi, per fare senza difficoltà inversioni ad U o girare in spazi stretti, a bassa velocità. Una rivoluzione premiata da tre Award a Las Vegas: “Best Innovation”, “Best Automotive Technology” e “Editors’ Choice Awards”, dalla nota rivista Popular Mechanics. Riding Assist essendo tutto nella parte anteriore può essere montato su diversi modelli esistenti. Guida autonoma in vista? “Questa moto rappresenta il "sogno" di Honda di migliorare l'esperienza di guida in futuro” spiega Lee Edmunds, della divisione moto Honda. Da non mancare il video HD sotto. Futurix aveva già pubblicato l’anno scorso sull’argomento BMW Motorrad, una moto da fantascienza con relativo video ma a livello di concept, e già nel 2008 La futura moto elettrica con una ruota sola.

Honda Riding Assist video HD

12.1.17

Hyundai Mobility Vision, l’auto come estensione della casa

Immaginate di parcheggiare la vostra auto accanto al soggiorno! Ecco dalla coreana Hyundai una visione della mobilità futura da fantascienza, rivelata al CES di Las Vegas. Agganciata con la casa l’auto si fonde con lo spazio di vita quotidiano come parte integrante, riducendo i confini esistenti tra mobilità, casa e ufficio. Un’estensione high-tech della casa in grado di sfruttare il condizionatore d’aria della vettura, sostituire lo stereo di casa con l’impianto audio dell’auto, e fornire energia elettrica in caso di black out con la sua cella a combustibile. 
Perché parcheggiare la propria auto in box, garage o in strada col rischio di farsela rubare, e non sfruttarla anche da fermo? L’innovativo e ambizioso concept Hyundai sfuma i confini tra l'architettura e l’automobile come non mai. L’interno del veicolo diventa un prolungamento della casa o dell’ufficio. Lo stesso sedile si stacca dall’abitacolo per far parte dell’arredamento. E’ un’idea di buon senso, anche se la logistica del sistema per portare la propria auto al piano è tutta da concepire. Sull’argomento Futurix aveva già pubblicato tra l’altro nel 2016 Tridika, l'auto sale davanti al salotto di casa
L’auto a guida autonoma Hyundai parte del concept, oltre a presentarsi come un lussuoso salotto su quattro ruote, pensato per il relax o il lavoro durante i lunghi viaggi, avrà un assistente personale che cura la nostra salute, grazie a diversi sensori disseminati nell’Healthcare Cockpit. Il vostro respiro, la frequenza cardiaca, lo stato di stress e di stanchezza sono analizzati in tempo reale, come pure il livello di CO2 nell’abitacolo. In caso di sonnolenza l’eye tracking manda messagi di allerta, e regola l’inclinazione del sedile in posizione più verticale. Il sistema diffonde musica e altri profumi rilassanti. Da non mancare il video HD sotto.