13.11.18

Il futuro dei viaggi in treno di Mecanoo e Gispen

Ufficio? Luogo d'incontro? Relax? Immaginate il viaggio in treno come un’esperienza totalmente nuova e attraente, più di un semplice mezzo di trasporto. Ogni anno, 373 milioni di viaggiatori trascorrono il loro tempo nei treni della compagnia ferroviaria nazionale olandese (NS), che ha programmato di rinnovare i layout interni dei suoi treni all’orizzonte 2025, con la visione del noto studio d’architettura olandese Mecanoo e il produttore di mobili Gispen. Ogni viaggiatore e ogni viaggio è unico. Risultato? Un treno flessibile e modulare. 
Mecanoo e Gispen, in collaborazione con NS, hanno monitorato le attività dei passeggeri. Sulla base di questa ricerca sono state definite sei zone d’attività, da quelle aperte a quelle sociali, da quelle private e lavorative a quelle relax… Queste zone sono differenziate in base a disposizioni variabili di dodici moduli, che consentono un'ampia varietà di configurazioni, per facilitare le diverse attività dei passeggeri. Tutti i moduli sono intercambiabili essendo facilmente smontati. 
"Il treno del futuro ti permetterà di ottenere di più dalla tua giornata, ad esempio perché sei in grado di lavorare indisturbato, trasformando il tempo del viaggio in orario di lavoro o un momento per studiare, leggere, incontrarsi o rilassarsi. Sono i passeggeri a decidere." spiega Tjalling Smit, membro del comitato esecutivo della NS. Diverse le opportunità di viaggio. Ad esempio il tavolo montato sotto le finestre con sgabelli da bar consentono ai passeggeri di aprire il proprio portatile o guardare fuori. 
I cosiddetti "stits" ad esempio, rappresentano la via di mezzo tra la posizione eretta e seduta, su moduli morbidi sporgenti di diverse altezze attaccati alla parete, che si vedono dietro la bici. Allo stesso modo, sempre in caso di grande affluenza, possono servire anche i sedili strapuntini gialli. Sull’argomento Futurix aveva già pubblicato nel 2012 Il design dei treni, nel 2014 Cruise Train, il futuro treno di lusso giapponese, e nel 2016 Il treno turistico giapponese panoramico.

9.11.18

Da LG arriva il magico TV avvolgibile

Dopo il tubo catodico e i suoi televisori ingombranti, che si appiattiscono invece con l’avvento della tecnologia Lcd, ecco ora approdare il Tv che si smaterializza quando non serve. La coreana LG, leader nei display flessibili, presenterà al prossimo Electronics Show di Las Vegas a gennaio, l’ultima versione del primo televisore al mondo da 65”, che si avvolge nella sua scatola magica, come una sottile tapparella. Lo spessore dello schermo Oled è quello di un foglio di carta, ma una volta srotolato, lo schermo rimane perfettamente diritto! 
I vantaggi però non finiscono qui. Il sistema consentirà di srotolare la Tv col pulsante del telecomando, in tre diversi formati. Una sottile striscia potrà visualizzare le informazioni meteo, le ultime notizie e una breve rassegna delle proprie foto, o fungere da lettore musicale. Mentre il formato 21:9 permetterà di vedere film in cinemascopio a pieno schermo, senza le famigerate bande nere. Infine il classico formato 16:9 consentirà di sfruttare tutto il 65 pollici. 
La base che si apparenta a una grossa soundbar, con un design migliorabile, potrebbe sparire volendo anch’essa in futuro, nascosta in un mobile. Una soluzione innovativa che agevola più facilmente il trasporto, per le proprie dimensioni, magari nella seconda casa, ma anche da una stanza all'altra. LG ha già registrato il marchio Roled, acronimo di Rollable Oled. Proprio come diceva Arthur C. Clarke, autore di 2001 Odissea nello spazio, “Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia.”

Magico TV avvolgibile video HD

5.11.18

Michelin Vision, la ruota bio del futuro?

Immaginate un futuro in cui il pneumatico a prova di foratura, connesso, ecologico e biodegradabile è anche una ruota! Dimenticate il cambio di gomme invernali. Ecco il concept Vision della francese Michelin che reinventa la ruota in un pezzo unico, stampato in 3D con struttura alveolare. Nel video che si apparenta a uno scenario da fantascienza, il conducente che si reca in montagna dove è prevista la neve, si ferma in una stazione dove 4 stampanti 3D, caricano sulle ruote in pochi minuti, il battistrada adatto alle nuove condizioni climatiche. 
Premiata da Time Magazine come una delle migliori invenzioni del 2017, il concept Vision Michelin promuove un’innovativa ruota progettata per durare quanto il veicolo. Stampata in 3D da materiali riciclati, con struttura biomimetica a nido d’ape, come se fosse stata creata dalla natura, e biodegradabile a fine vita. Michelin segue il processo del “design generativo” gestito dagli algoritmi, che imita il processo naturale di crescita del mondo vegetale, minerale come nei coralli, o a volte anche animale. L’architettura di Vision, solida al centro e flessibile in superficie, vanta una maggiore elasticità rispetto alla combinazione tradizionale ruota-pneumatico. 
Questa rivoluzionaria struttura è poi ricoperta da un sottile strato di gomma: il battistrada, che offre le stesse prestazioni di quello convenzionale, e può essere modificato e ricaricato a volontà, senza sprecare risorse, tempo e denaro, proteggendo l'ambiente per le generazioni future (vedi l’annoso problema per il riciclo del miliardo di gomme usate). Quando il battistrada è consumato, oppure si deve adattare alle nuove condizioni di guida, quando si passa dall’estate all’inverno, può quindi essere rigenerato, dentro postazioni con stampanti 3D collocate nelle stazioni di servizio o lungo le strade. 
Infine, Vision è connesso. Dotato di sensori, la ruota fornisce informazioni in tempo reale sulle sue condizioni. Secondo Michelin, la gestione di Vision sarà facile come controllare le mail sullo smartphone. Saranno i microchip collegati al cloud, a segnalare quando i battistrada dovranno essere “rigenerati”. Tramite l’app si potrà fissare l’appuntamento nel più vicino centro di ricarica, operazione che dura il tempo di un gelato. 
Secondo il costruttore francese, la mobilità del futuro dovrà essere sempre più sicura, efficiente e rispettosa dell'ambiente. Un approccio che materializza la strategia delle 4R Michelin: ridurre, riutilizzare, rinnovare e riciclare. Sull’argomento gomme, Futurix aveva già pubblicato nel 2011 Pneumatici Bridgestone Airless, a prova di foratura, nel 2016 Goodyear Eagle-360, il pneumatico sferico del 2035 con video HD, e a marzo Goodyear Oxygene, il pneumatico del futuro respira, con relativo video HD.