7.12.16

Amazon Go, il supermercato del futuro senza casse e code

Lo shopping incontra l'intelligenza artificiale. Una rivoluzione: basta fila alle casse, arriva la spesa mordi e fuggi con Amazon Go, il primo supermercato new look che aprirà inizio 2017 a Seattle. L’autentificazione all’ingresso avviene col QR Code del proprio smartphone, generato dalla relativa app. Il sistema segue i clienti, stabilendo quali prodotti comprano, individuando persino quelli rimessi negli scaffali. All’uscita la spesa è addebitata sul proprio account Amazon. Ecco la più avanzata tecnologia di shopping al mondo. 
Il segreto? Una sofisticata combinazione di computer vision, intelligenza artificiale, algoritmi d’apprendimento approfondito (deep learning) e sensori video: una prima! La versione beta è ora in fase di sperimentazione per i soli dipendenti di Amazon a Seattle. Entri, prendi quello che ti serve poi esci senza fare la fila. Una volta usciti, arriva sul cellulare una ricevuta per poter controllare eventuali errori. Ma com’è possibile una simile nuova esperienza d’acquisto? 
“La nostra esperienza di shopping senza cassa è resa possibile dalle stesse tipologie di tecnologie utilizzate nelle nuove auto a guida autonoma: computer vision, fusione sensoriale, e l'apprendimento profondo" spiegano gli ingegneri di Amazon. Nel video HD sotto si vede un ragazzo che compra un panino in 12 secondi. Tuttavia come ha segnalato il Wall Street Journal, questo negozio sperimentale potrebbe segnare la fine di “milioni di posti di lavoro alle casse”, visto l’apertura prevista da Amazon di ben 2000 punti vendita alimentari negli Stati Uniti. Futurix aveva pubblicato nel 2011 Il supermercato virtuale di Tesco: il futuro dello shopping?, con vetrine virtuali nel metro.

Supermercato del futuro video HD

3.12.16

Baryl, arriva il robot cestino intelligente

“Se non andate dal cestino, sarà il cestino a venire da voi” spiega la SNCF (Ferrovie francesi) promotrice del progetto robot cestino Baryl, sviluppato in partnership con la startup parigina Immersive Robotics e lo studio AREP Design Lab. Grazie all’intelligenza artificiale e all’auto-apprendimento, Baryl è in grado di presagire quando una persona sta per buttare uno scarto per terra. Obiettivo? coinvolgere i passeggeri nella pulizia delle stazioni, attraendo la loro attenzione in modo ludico, innovativo e intuitivo. 
Baryl non parla ma emmette suoni piacevoli e luci, come R2-D2, il célèbre robot de Star Wars. Si muove autonomamente su rotelle in un perimetro definito, ed è in grado persino di individuare una mano che si alza per farli segno, avvicinandosi. Il robot è equipaggiato da due sonar a ultrasuoni, due laser, un sensore Lidar e Kinect, per individuare gli ostacoli. La SNCF spera così di risolvere in parte la raccolta delle due tonnellate giornaliere di scarti, dalle principali stazioni ferroviarie. 
Una sonda monitorizza il tasso di riempimento del cestino. Quando è pieno ritorna alla sua base per essere svuotato da un agente. ll futurista design organico è raccolto in un corpo ispirato al leone marino, con la bocca aperta. “Vogliamo creare un’interpellazione positiva, conviviale e simpatica con i nostri clienti” sottolinea Patrick Robert direttore di Gares et connexions SNCF. Il prototipo sarà testato in condizioni reali alla Gare de Lyon di Parigi, dal 5 al 10 dicembre.

Il robot cestino intelligente video HD