1.8.20

Arriva il robot cuoco in cucina

Il precursore è stato la londinese Moley Robotics, che ha presentato alla Fiera tecnologica di Hannover del 2015, il suo progetto Robot Chef: la prima cucina robotizzata al mondo, riproducendo con precisione i movimenti di due braccia umane. Il lancio della versione consumer è previsto a breve. Recentemente invece, è spuntato Samsung con il suo Bot Chef, un vostro assistente sopportato dall’intelligenza artificiale. 
Nel progetto Robot Chef, niente è stato lasciato al caso. Il prototipo della Moley è stato infatti,  addestrato dallo chef Tim Anderson vincitore dell'edizione BBC di MasterChef, imparando con precisione i suoi gesti e procedure, col motion capture. Il robot dotato di due mani simili a quelli umane, inizia a preparare il piatto, tagliando, versando, mescolando con fluidità e maestria, imitando i gesti umani. Una volta completata il piatto, il robot pulisce le pentole sporche e il piano di lavoro. 
L'ultima incursione nella tecnologia legata all'intelligenza artificiale in cucina è opera di Samsung. Con avanzati sensori interni, esterni, e algoritmi di pianificazione basati sull'intelligenza artificiale. Bot Chef (foto), lavora al vostro fianco in modo sicuro. "Può dirti, “Ok, abbiamo questi ingredienti in frigo, ecco alcune ricette che possiamo fare.” Si può interagire con il braccio robotico usando comandi vocali intuitivi e semplici. È in grado di svolgere una vasta gamma di compiti in cucina. Trita, frulla, mescola, versa e pensa persino alla pulizia. 

Robot Chef video HD

26.7.20

Proteus, stazione spaziale internazionale subacquea

Immaginate una stazione spaziale internazionale subacquea. Ecco il futuristico progetto Proteus, ideato dall’aquanaut Fabien Cousteau, nipote del leggendario commandant Cousteau, esploratore sottomarino, e dallo studio Fuseproject del designer svizzero Yves Béhar. La piattaforma mira a diventare il laboratorio di ricerca subacqueo più avanzato al mondo, con accademici e scienziati a beneficio del futuro del pianeta.
“Finora è stato esplorato solo il 5% degli oceani” spiega Fabien Cousteau, che ha cominciato le immersioni a 4 anni, e seguito il nonno nelle spedizioni della Calypso. “Le sfide create dal cambiamento climatico, dall'innalzamento del livello del mare, dalle tempeste estreme e dai virus, rappresentano un rischio per l'economia globale. La conoscenza che sarà scoperta sott'acqua cambierà per sempre il modo in cui generazioni di umani vivranno sopra.” 
Il progetto prende il nome da Proteus, il dio del mare primordiale greco, custode della conoscenza. Sarà tre volte più grande di qualsiasi habitat sottomarino precedentemente costruito, in grado di ospitare fino a dodici persone. Le capsule modulari fissate alla struttura a due piani a spirale su palafitte di Proteus, soddisfano una varietà di usi tra cui laboratori, aree di lavoro, soggiorno, zone notte, bagni, cabine mediche e sistemi di supporto vitale. 
La struttura ispirata alla forma dei polipi di corallo, integra un portico che consente anche ai sottomarini di attraccare. Prevista nel Mar dei Caraibi, Proteus avrà persino la prima serra idroponica subacquea, per consentire agli abitanti di coltivare alimenti vegetali freschi. Utilizzando robot subacquei autonomi, i team di ricerca saranno anche in grado di esplorare profondità fino a 600 metri.

22.7.20

Amaala Airport, un miraggio nel deserto

Il sorprendente nuovo aeroporto internazionale dello studio Foster + Partners, ispirato all'affascinante illusione ottica di un miraggio nel deserto, grazie alla sua grammatica formale triangolare luccicante, servirà il vicino resort di lusso di Amaala in Arabia Saudita, sulla costa nord-occidentale del Mar Rosso. Il terminal sarà completato da interni contemporanei, gallerie con opere d'arte uniche ed esperienze personalizzate. 
“Questo non sarà un normale aeroporto, ma uno spazio unico che personifica il lusso, e segna l'inizio di esperienze memorabili per gli ospiti più esigenti del mondo.” Spiega Nicholas Naples Amministratore Delegato di Amaala. L'aeroporto dovrebbe essere completato nel 2023 ed è previsto per accogliere un milione di viaggiatori all'anno. Sull’argomento Futurix aveva già pubblicato nel 2018 LAX 2.0, l’incredibile aeroporto verticale da giostra, e nel 2019 Il nuovo aeroporto internazionale Daxing di Pechino di Zaha Hadid con relativo video HD.