12.1.18

Autonom Cab Navya, il primo taxi senza conducente

Immaginate un servizio di trasporto urbano intelligente su misura, elettrico e autonomo, che può accogliere fino a 6 passeggeri e bagagli, da chiamare con lo smartphone. Ecco Autonom Cab, il primo robot-taxi senza volante e senza conducente, della startup francese Navya di Lione: una prima mondiale, che potrebbe in futuro mandare in pensione tassisti e persino Uber nel contesto attuale. La nuova mobilità autonoma, elettrica e condivisa, è presente al CES 2018 in corso, dove si può testare nelle vie di Las Vegas. 
“Navya anticipa la rivoluzione della mobilità del futuro. Oggi lo statuto dell’auto individuale sta cambiando soprattutto tra le nuove generazioni, sempre meno legate al possesso della propria vettura, e per l’economia della condivisione” spiega Christophe Sapet Ceo di Navya (foto). Autonom Cab vanta un’autonomia di 10 ore in contesto urbano. Grazie all’applicazione Navya App, l'utente è in grado di prenotare una corsa a bordo dal proprio smartphone, con la possibilità di scegliere se condividere via internet, i restanti posti con altri utenti, oppure viaggiare da solo. L’interno spazioso offre 6 comodi posti a sedere su due file da tre vis-a-vis, con uno spazio al centro per i bagagli. 
Lo smartphone apre la portiera elettrica e aziona la partenza. Il display touchscreen di 15 pollici dotato di lettori NFC contactless, della francese Ingenico, leader mondiale del pagamento elettronico, consente oltre a pagare, la fruizione di contenuti geolocalizzati, d’informazioni turistiche, e la prenotazione di spettacoli. Autonom Cab vanta una tecnologia multi-sensori d’ultima generazione, la più sofisticata del mercato, che conta non meno di 10 sensori Lidar, 6 videoamere, 4 radar, 2 antenne Gnss e un’unità di misura inerziale. I sensori Lidar utilizzano la tecnologia laser di misura a distanza, per percepire l’ambiente circostante in 3D, individuando gli ostacoli, e assicurando l’esatta localizzazione del veicolo. 
A bordo le due migliori tecnologie Lidar al mondo: i Lidar VLP di Velodyne per una visione periferica a 360° e i Lidar Scala della francese Valeo per una visione a più di 200 metri, garantiscono una fiabilità eccezionale. Autonom Cab è stato presentato a novembre in anteprima mondiale nelle vie di Parigi (video), mentre è prevista la consegna dei primi esemplari di serie nel secondo trimestre del 2018. Futurix aveva già pubblicato sull’argomento nel 2010 Autonomos project, il taxi senza autista di Berlino con video HD e nel 2017 Sedric, l’auto elettrica senza volante di Volkswagen con video.


Autonom Cab a Parigi video HD

8.1.18

Sniffy, l’innovativa comunicazione olfattiva

Immaginate di passare davanti alla pubblicità di un caffé e sentirne l’aroma, come pure i prodotti del supermercato. Immaginate di vedere un film al cinema con gli odori sincronizzati alla scena. Quando la parola e l’immagine non bastano più, ecco spuntare l’odore. L’immagine del croissant attira l’attenzione, ma sentirne l’aroma fa venire l’appetito: un nuovo tipo d’esperienza sensoriale. Sniffy è il primo schermo emotivo in grado di attivare i nostri 5 sensi. Una comunicazione multisensoriale che mira a rivoluzionare il mondo della pubblicità e dell’intrattenimento. 
In principio c’erano solo gli schermi audiovisivi, poi i tablet touchscreen hanno aggiunto la dimensione del tocco. Ora spunta per la prima volta, la nuova frontiera dell’olfatto, perché comunichiamo con i nostri sensi. “L’olfatto aggiunge una nuova dimensione agli schermi audiovisivi” spiega Alexandre Juving-Brunet fondatore di Sniffy, e presidente degli Laboratoires Juving–Brunet a Tolone. Sviluppato attorno ad un concetto unico di tecnologia connessa, Sniffy conferisce un’esperienza multisensoriale, con un diffusore d’essenze rotante, grazie a capsule specifiche. 
Sniffy appare come la soluzione che consente, attraverso i dati, di costruire la prima intelligenza artificiale emotiva, pilotata dagli psicologi e monitorata, raccogliendo i dati dai clienti. “Il desiderio dietro ogni acquisto è al 99% irrazionale, basato su emozioni, sentimenti… e i nostri sensi. L’olfatto è la madre delle nostre emozioni” sostiene Alexandre Juving-Brunet (foto e video). L’esperienza dimostra che la percezione olfattiva trasmette un intenso valore emozionale. Il gusto si compone di pochi elementi, ma l’essere umano può essere in grado di individuare più di 10 mila odori. 
La potente memoria olfattiva come momenti di ricordi felici e non, abbonda nella letteratura, come l’aroma della madeleine mangiata da Proust, che rievoca in lui un preciso ricordo emozionale della sua infanzia, descritto nel suo libro A la recherche du temps perdu. Sniffy sarà presentato questa settimana al CES di Las Vegas. Futurix aveva già pubblicato sull’argomento nel 2014 oPhone, messaggi aromatici e mail profumati con relativo video, e nel 2015 SensorWake, una dolce sveglia profumata con video.

Sniffy video HD