3.12.06

La realtà aumentata



La realtà aumentata (dall’inglese augmented reality) è il matrimonio del reale e del virtuale. Ma mentre nella realtà virtuale il soggetto era immerso totalmente in un universo 3D artificiale computerizzato, la realtà aumentata consiste invece nel sovrapporre alla realtà percepita in tempo reale, informazioni virtuali grafiche e testuali sincronizzate e generate dal computer. La realtà aumentata ancora in fase di sviluppo, è destinata a rivoluzionare il nostro modo di percepire la realtà. Offre un promettente futuro con numerose possibili applicazioni. La Boeing è stata una delle prime aziende a dotare i suoi tecnici di visori in grado di indicare in sovrimpressione del campo visivo, le istruzioni di montaggio dei cablaggi dei suoi aerei, sostituendo così grandi pannelli poco pratici. e riducendo tempi e costi. Tra le applicazioni più promettenti c’è' la “chirurgia aumentata” che offre più precisione e sicurezza, grazie alla proiezione sincronizzata sul paziente di immagini provvenienti da esami di ecografia, Tac o risonanza magnetica, fatti in precedenza. Il taglio del bisturi o la biopsia da eseguire diventano meno invasivi. La visita dei musei sarà più accattivante e ricca. L’Università di Tokyo ha messo a punto un prototipo di museo digitale del futuro con la realtà aumentata (vedi foto). Speciali occhiali consentono di visualizzare in cima alle opere osservate le varie didascalie virtuali di spiegazione, e di sentire commenti audio grazie agli auricolari. Immaginate adesso di camminare nelle vie di Londra, in un futuro prossimo con uno di questi dispositivi di realtà aumentata, denominato da un ricercatore il “Walkman del 21° secolo”. A richiesta sarete in grado di visualizzare informazioni grafiche sui vari palazzi che si offrono alla vostra prospettiva con link di approfondimento, sul nome della strada e persino il numero di linea dell’autobus che vi passa davanti (vedi foto di Oxford Street: documento Ordnance Survey). Probabilmente si potranno accedere a diversi livelli di informazioni. Per approfondire vedi in Pdf il mio articolo apparso su nòva del Sole 24 Ore.

Nessun commento: