16.9.14

Da Rolls-Royce navi da carico senza equipaggio


Dopo i progetti di auto senza conducente di Google, e la consegna dei pacchi di Amazon con droni, si prospettano le navi cargo drone, senza equipaggio, in mare aperta: il futuro del trasporto marittimo? Parola di Oskar Levander, vice-presidente di Rolls-Royce Holdings per la divisione Marine innovation engineering, durante una conferenza del settore lo scorso maggio. Più nota per le sue auto di lusso, Rolls-Royce progetta tuttavia anche turbojet, turbine a gas, motori nucleari e navi. Il suo concept fa parte del progetto MUNIN (grafico) finanziato dall’Unione Europea: un sistema basato su GPS, che deve impedire alle navi drone di virare fuori rotta. Oltre a non dover pagare il personale di bordo, una nave senza equipaggio potrebbe essere più capiente e leggera, perché i progettisti potrebbero fare a meno degli spazi per le persone, e i relativi servizi di bordo. Risultato? Risparmi del 44% sui costi operativi per l’assenza di equipaggio, e del 15% sul carburante.
“E’ necessario pensare l’impensabile. L’idea di fare navi controllate da terra non è nuova, e gira da decenni. Ma finalmente ora c’è la tecnologia per realizzarla” ha detto al Financial Times Oskar Levander. Un numero crescente d’imbarcazioni sono già dotati di telecamere che possono vedere di notte attraverso la nebbia, la neve, e hanno sistemi per trasmettere grandi volumi di dati. "La tecnologia per la posizione, le comunicazioni satellitari, e i sistemi anti-collisione esiste già” Spiega Ørnulf Rødseth, ricercatore presso il Norwegian Marine Technology Institute, “Molte navi inoltre, sono anche dotate di sensori avanzati.” Ma ammette che avere la tecnologia, e ottenere l’autorizzazione dai governi e dalle autorità internazionali, che regolano la navigazione, sono due questioni distinte. D’altra parte come osserva Rødseth, il 75% degli incidenti in mare sono causati da errore umano. Fra un decennio secondo i piani di Rolls-Royce, i capitani saranno trasferiti dai ponti delle navi, a cabine di regia (foto), che simulano un’ampia visione virtuale della navigazione, paragonabili a quelle dei centri di controllo del traffico aereo. Un solo operatore potrebbe, secondo i ricercatori, pilotare fino a 10 navi da carico simultaneamente. Grazie a questo sistema, Rolls-Royce, che sta testando un prototipo di realtà virtuale in Norvegia, spera di risparmiare ben 375 miliardi di dollari. Simile a una nave fantasma moderna, la nave drone sarebbe più sicura, più economica e più rispettosa dell'ambiente! Futurix aveva già pubblicato Il ponte di comando del 2025 di Rolls-Royce, e VTT e relativo video.

4 commenti:

Iftekhar Ahmed ha detto...

Glad to read your post :). It is very informative!

Toby McGuire ha detto...

Your article is very useful and have good knowledge, thanks for the post.
DMP

fog247 ha detto...

Very value able post, I read the whole story when I start reading it.
FOG

Bipasha ha detto...

I appreciate your blog post, beautifully expressed and well written.