29.11.11

Toyota Fun-Vii, l’auto touchscreen del 2020

Immaginate un’auto camaleonte in grado di cambiare pelle a proprio piacimento: “L’avete sognato, Toyota l’ha fatto”. Nemmeno la fantascienza di Hollywood aveva immaginato una cosa simile. Finite le lite tra marito e moglie sulla scelta del colore, la carrozzeria è personalizzabile con un tocco, come cambiare lo sfondo della scrivania sul proprio Pc, con grafiche, disegni, immagini e messaggi. Cambiare il look interno ed esterno e' facile come lanciare un'app, e la vettura è sempre connessa, tanto da essere definita “Uno smartphone su quattro ruote” da Akio Toyota il presidente della Toyota, durante l’anteprima del rivoluzionario concept car, che sarà presentato al Tokyo Motor Show che inizia il 3 dicembre. “Un’auto deve risvegliare le nostre emozioni” ha ribadito il presidente “se non lo fa che macchina è?”. Questo concentrato di tecnologia è capace di comunicare con i veicoli e le infrastrutture circostanti. L’auto che si comporta come un enorme schermo, può trasportare tre passeggeri in un ambiente ludico-informatico-futurista da fantascienza. Oltre al comando vocale il sistema di guida funziona con la realtà aumentata e tanto di ologrammi, come quello dell’assistente virtuale che risponde a qualsiasi domanda, sulla strada, sul meteo, o sullo stato del veicolo: tutte le cose desiderate vanno comunicate all’assistente. C’è da scommettere che la pubblicità farebbe festa, e non solo, perché il concept si presta purtroppo a tutti gli eccessi, anche di cattivo gusto.


1 commento:

Emmanuele ha detto...

Sono sempre più convinto dell'idea che la città dell futuro sarà formato di strutture anonime, colmate e spazialmente rese ornate da sistemi sempre più sofisticati di realtà aumentata. Questo tipo ti device, che addirittura arrivano ad invadere l'abitacolo dell'automobile, sono la conferma della mia convinzione