19.1.10

Physalia, il giardino galleggiante ecologico





L’avveniristica struttura bionica di Physalia, che sembra uscita da un film di fantascienza, prende il nome e si ispira alla pneumatophorous, chiamato anche "Physalis Physalia" (caravella portoghese), della famiglia dei polipi. E’ progettato dallo studio Vincent Callebaut Architectures, del giovane visionario architetto belga di 33 anni, che ci ha abituato a concept futuristi attenti alle tematiche ambientali, come Dragonfly, pubblicato da Futurix. “L’acqua è un bene comune su scala planetaria” spiega Vincent Callebaut, “Un miliardo di persone non hanno ancora accesso all’acqua potabile, e 3000 persone muoiono ogni giorno per aver consumato dell’acqua inquinata” Physalia si comporta come una stazione mobile di depurazione capace di filtrare e purificare l’acqua che la circonda. La sua superficie reagisce ai raggi ultravioletti e assorbe e ricicla per effetto foto-catalitico i residui chimici e gli inquinanti rilasciati da altre imbarcazioni e dagli scarichi industriali. Il sistema idraulico del doppio scafo consente di filtrare l’acqua, che viene poi purificata biologicamente, grazie alla sua copertura vegetale. Concentrato di natura e di biotecnologie, Physalia è stata progettata con un'architettura a emissioni zero e energia positiva: cioè genera più energia di quanta ne consuma. Delle turbine idrauliche sotto lo scafo, trasformano la corrente del fiume in energia idroelettrica, mentre la sua cupola vetrata contiene delle celle solari fotovoltaiche morbide. Dal Danubio, al Volga, dal Reno alla Senna, Physalia potrebbe navigare su tutti i fiumi d’Europa per sensibilizzare l’opinione pubblica all’urgenza di rispettare l’acqua, e contribuire a rendere i nostri corsi d’acqua più puliti. All’interno della struttura galleggiante lunga 80 metri, quattro giardini tematici, dedicati ai quattro elementi (acqua, aria, terra e fuoco), saranno devoluti a spazi espositivi e d’incontro, laboratori di ricerca sull’ecosistema acquatico, dedicati all’approfondimento delle tematiche ambientali, come la biodiversità.

3 commenti:

PEJA ha detto...

Callebaut è semplicemente un genio... L'immaginaio in cui si muove è incredibilmente ricco e complesso, nonché compositivamente interessante...

Anonimo ha detto...

Davvero interessante...
una precisazione, la physalia physalis non è una medusa ma una colonia di quattro tipi differenti di polipi che collaborano per la sopravvivenza.

Christian ha detto...

Grazie della precisazione.