8.10.09

WHY: Wally Hermès Yacht

Ecco il bellissimo video del WHY: Wally Hermes Yacht,
un innovativo progetto di yacht-villa galleggiante ecologico,
del noto cantiere navale italiano Wally, e della casa di lusso
francese Hermes. Questa rivoluzionaria architettura galleggiante
instaura un nuovo rapporto tra l’uomo e il mare.

2 commenti:

roberto ha detto...

Wally - come inventare oggetti non marini per ricchi annoiati. Idee niente. Si vede che chi proogetta queste cose non è architetto navale! si vede tutta la pochezza culturale! Ma quale rapporto uomo mare? Non ci vogliono queste mostrosità per stare sdraiati in riva al mare e godersi la vita!
Comunque Wally non è un cantiere navale, ma una società registrata a Montecarlo per pagare poche tasse, che costruisce barche da diporto. Le navi sono cose grosse, che di solito sono mezzi di trasporto.

Anonimo ha detto...

Giudicherei WHy su tre piani diversi:
-sullo stile: certamente meglio della barca di Norman Foster. Non tutto mi convince, da prua sembra una barca a metà, con la poppa tagliata. Secondo me le idee sono originali e interssanti ma poteva essere anche più stretta senza togliere nulla all'innovazione
- sulla tecnica: così larga avrà una superficie bagnata impressionante con una potenza conseguente da installare. E con il mare in poppa ho dubbi sul suo corretto comportamento
-sul rapporto uomo-mare: No, non prendiamoci in giro. Non serve anzi, è scandalosa una barca da miliardari per avvicinarsi al mare. Meglio sedersi su uno scoglio o un barchino a vela di nove metri