9.9.08

2050: la macchina supera l’uomo

Blade Runner si avvicina: nel 2050 “le macchine supereranno l’uomo” come capacità di ragionamento e intelligenza, parola di Intel. “La velocità dei progressi tecnologici aumenta a tasso esponenziale” ha spiegato Justin Rattner, responsabile della ricerca all’Intel, durante l’Intel Developer Forum di San Francisco. Avremmo quindi un’orda di Terminator in giro per le strade? Non nel prossimo futuro, ma Rattner prevede robot sempre più simili all’uomo, in grado di muoversi, spostare oggetti, e riconoscere le persone, “percepire” lo spazio che li circonda, ed effettuare azioni umane quali mettere ordine, pulire e imparare nuove cose. Anche sul fronte dell’interfaccia uomo-macchina, i progressi sono sensibili. Rattner ha presentato a San Francisco il caschetto della californiana Emotiv Epoc sulla rivoluzionaria interfaccia (già pubblicato da Futurix il 9 marzo scorso), in grado di catturare le emozioni tramite le onde cerebrali. Google che non vuole essere da meno invece, sta lavorando per conto suo, sull’intelligenza artificiale.

3 commenti:

anamorfo ha detto...

Il Futuro quando ero ragazzo (anni 70) era soprattutto una reinvenzione dei rapporti sociali, una radicale reinvenzione delle strutture sociali che finiva per travolgere tutto, l'architettura quanto la vita privata. Oggi futuro è solo tecnologia. Lo si vede in questo Blog. Io ne sono estremamente affascinato ma sento che lo scenario si è fatto in realtà privo di futuro! Sembra un presente potenziato e basta. L'unico futuro qui è la scomparsa dell'uomo o meglio la sua funzione transitoria per l'uomo macchina del futuro. Come dice Emanuele Severino l'unico scenario possibile è oggi la Tecnica.

La BOTTEGA di LUIGI BACCO ha detto...

Se le macchine dovessero superare l'uomo si aprirebbe la lotta per conquistare il podio di razza dominante del pianeta. Podio, sino ad oggi, indiscutibilmente della razza umana.

Quindi entro il 2050 si dovrà far nascere un essere umano evoluto che avrà il compito di tenere a bada le macchine ... oppure saranno le macchine a decidere per noi ... vabbè vado a bermi un caffè, sì sì ok ci metto molto zucchero! ciao! :)

David ha detto...

Che lo dica un responsabile della ricerca Intel allora la notizia direi è abbastanza attendibile. Da notare come le macchine ci hanno già superato in alcuni campi (basta pensare che un computer riesce ad avere un'elaborazione di calcolo più veloce di noi, e riesce a gestire i suoi dati di memeoria + efficacemente di noi, ecc...).
Pe la crescita del tasso esponenziale della tecnologia curioso che questo converge con le ricerche di Ray Kurzweil che ha trattato + volte dell'evento della Singolarità Tecnologica.
Quello che c'è da chiedersi quale sarà l'interazione tra l'uomo e queste sup'erintelligenze. Forse noi stessi per competere dovremo innestare dei potenziamenti nel nostro corpo... Ma questa è già fantascienza :-)
E' la prima volta che mi capita di arrivare in questo blog a cui volevo approfittare per fare i miei complimenti.