12.10.07

Le prossime crociere aeree


Il primo dirigibile nel 1900 fu opera del generale tedesco Von Zeppelin. Lo sviluppo di questo alternativo modo di volare finì nel 1937 quando il famoso Hinderburg di 245 metri di lunghezza con 97 passeggeri a bordo, prese fuoco all’atterraggio a New York, forse per un attentato. Oggi però con più sicurezza e le rigorose certificazioni, si profila un inedito incrocio tra un dirigibile e un aereo. Questo nuovo oggetto volante identificato, che fa pensare ad un'enorme orca, rivoluzionerà il modo di volare offrendo lussuose e comode crociere aeree degne delle più belle navi, o hotel esclusivi. Mosso da motori ad elica meno rumorosi dei soliti jet, consentirà ai passeggeri di godersi, anche a basse velocità, da grande aperture vetrate (vedi rendering del ponte di osservazione) viste spettacolare dall’alto dei cieli, ad una velocità di crociera di 185 chilometri all’ora, con un’autonomia di 5000 chilometri. Lungo 64 metri, ospiterà una superficie in pianta di ben 500 metri quadrati, offrendo a bordo tutti i confort impossibili a bordo di un normale aereo, come camere da letto, bar, ristoranti e altre sale di conferenza high-tech. L’altro vantaggio significativo è il decollo e l’atterraggio verticale, senza alcuna vibrazione e in un silenzio surreale, evitando la dipendenza dagli aeroporti. “L’aeroscraft ML866” della californiana Aeros, “è una nuova visione di quello che si può fare nei cieli” ha dichiarato il suo presidente Igor Pasternak. Il primo volo sperimentale è previsto per il 2010. (Da vedere il video sotto).

2 commenti:

Mario ha detto...

Magari può essere usato per riunioni importante (la sensazione di "potenza" che il cliente/partner ne avrebbe ...) o per azioni di pubblicità "dinamica" (quelle proiezioni laser sugli edifici, se fatte in movimento e dall'alto, possono muovere il pubblico verso un punto d'incontro ...) o per esposizioni (con lo stand non dentro ma sopra il padiglione fieristico).

Insomma questo velivolo può anche diventare un forte mezzo di comunicazione, "abbordabile".

ett ha detto...

Pensate anche agli studi sull'ambiente, l'urbanistica, i rilievi fotogrammetrici, i soccorsi. Anche a motore spento può restare sospeso su un punto